La creazione artistica offerta in premio nel 2010
La creazione artistica offerta in premio nel 2010

Il premio è organizzato dal 1995 da Comune di Demo, Pro Loco Demo, Camera di Commercio di Genova e della Spezia, in collaborazione con Regione Liguria, Provincia di Genova, S.T.L.

Il concorso si propone di valorizzare i migliori oli extravergini di  oliva provenienti dal territorio della provincia di Genova e della Spezia, corrispondente alla zona di produzione della denominazione di origine protetta "Riviera Ligure-Riviera di Levante", per favorirne la conoscenza e la diffusione fra i consumatori e l'apprezzamento delle loro caratteristiche.

 
 
Murales sulla olivicoltura
Murales sulla olivicoltura

Puoi scaricare il disciplinare di produzione della denominazione di origine protetta "Riviera Ligure" da Agriligurianet, portale regionale dell'agricoltura ligure.

Il premio è volto a stimolare olivicoltori e frantoiani al continuo miglioramento qualitativo dei prodotti e a contribuire alla valorizzazione e diffusione a livello interprovinciale degli assaggiatori di olio di oliva, in sintonia con la normativa italiana comunitaria.
 
- Per informazioni scrivi aQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per la rassegna stampa sul premio .....

 

I regolamenti comunali sono atti normativi approvati dal consiglio comunale.
Contengono: obblighi, divieti, regole e prescrizioni rivolti a diversi destinatari e stabiliti per disciplinare una serie di casi su cui il Comune ha competenza, tra i quali l'organizzazione e il funzionamento delle istituzioni e degli organismi di partecipazione, il funzionamento degli organi e degli uffici e l'esercizio delle funzioni, nel rispetto dei principi fissati dalla legge e dallo Statuto comunale, secondo quanto previsto dall'art. 7 del D.Lgs n. 267/2000 (Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali).

Nell'ordinamento giuridico italiano lo statuto comunale è l'atto normativo fondamentale, approvato ed emanato dal consiglio comunale, con cui esso stabilisce il proprio ordinamento generale.
Attraverso l'approvazione dello statuto il Comune si dà le regole relative alla sua amministrazione interna, ai fini e ai mezzi per conseguirli.
In particolare, lo statuto riporta il funzionamento degli organi di governo locali, le modalità di partecipazione dei cittadini, le forme di collaborazione tra il comune e altri enti, l'organizzazione degli uffici.
Contiene una breve introduzione che identifica il comune dal punto di vista territoriale e storico, con la descrizione di stemma e gonfalone delle onorificenze di cui si decora.
Una volta approvato, lo statuto viene pubblicato nel bollettino ufficiale della regione e affisso all'albo pretorio dell'ente per trenta giorni consecutivi, dopo di che viene inviato al Ministero dell'interno per essere inserito nella raccolta ufficiale degli statuti.

 

Lo stemma comunale è costituito da uno scudo e da una corona collocata al di sopra dello scudo stesso. 
Per l'adozione dello stemma, secondo il Testo Unico degli Enti Locali, occorre una deliberazione del consiglio comunale, che ne deve dare menzione nello statuto dell’ente.

 Riferimento normativo: Testo Unico degli Enti Locali (DLgs 18/8/2000 n. 267)

torna all'inizio del contenuto