Chi contattare: Polizia municipale

Il richiedente deve dimostrare che esiste concretamente l'effettiva necessità di circolare armato per fini di difesa personale.

La licenza viene rilasciata su apposito libretto personale che deve essere rinnovato ogni 5 anni

La domanda, unitamente alla documentazione necessaria a dimostrare il possesso da parte del richiedente dei requisiti personali nonché l'adempimento delle altre condizioni prescritte dalla legge, deve essere presentata o inviata alla Prefettura-U.T.G. della provincia in cui l'istante ha la residenza.

 

L’Abilitazione esercizio venatorio.

L’abilitazione all’esercizio venatorio, necessaria per richiedere la licenza di porto fucile per uso caccia, si consegue a seguito di esami pubblici dinnanzi ad apposita commissione nominata dalla Regione in ciascun capoluogo di Provincia. Esso viene sostenuto per il primo rilascio e in caso di revoca della licenza.

La licenza ha la durata di 5 anni e viene rinnovata non automaticamente ma dietro richiesta del titolare, associata a specifica documentazione medica di idoneità. Il documento rilasciato da organismo dello Stato è valido su tutto il territorio nazionale.

 

Il tesserino venatorio Consente l’esercizio della caccia nelle A.T.C. (Ambiti Territoriali di Caccia) di residenza e non. Il tesserino venatorio è valido su tutto il territorio nazionale ed è rilasciato dal Comune di residenza del cacciatore. I requisiti per richiedere il tesserino sono

  1. possesso della licenza di caccia
  2. versamento della tassa di concessione governativa e regionale
  3. pagamento per l’A.T.C.

E’ possibile il ritiro del tesserino venatorio durante tutto il periodo di caccia. Il tesserino venatorio è un mezzo di controllo delle quantità e delle specie prelevate e a tal fine deve essere riconsegnato, entro i termini stabiliti o, in caso di cambio di residenza, al Comune che lo ha rilasciato.

Chi contattare: Polizia municipale

Il cittadino che intende denunciare un reato al quale ha assistito o che ha subito, deve presentare denuncia o querela all'Ufficio Polizia giudiziaria.

In caso di assenza del personale dell'Ufficio Polizia giudiziaria è possibile rivolgersi alla Centrale Operativa della Polizia Municipale.

E' necessario esibire un documento di riconoscimento.

In caso di minori la denuncia può essere formalizzata in presenza di maggiorenni aventi diritto.

Nuovo piano di protezione civile approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 15 del 9.4.2014.

Il piano si compone di una parte generale e dei principali scenari di rischio.

Parti del Piano

 - Generalità

- Rischio idrogeologico (parte 1 e parte 2)

Rischio Nivologico

Rischio Incendi

- Rischio Sismico

Cartografia e modulistica

 

 Il nuovo sistema di allertamento Regionale

Dal 15 ottobre entra in vigore il "semaforo" con l'allerta gialla, arancione e rossa, che sostituirà le storiche allerte 1 e 2

Dai numeri ai colori: la Regione Liguria cambia il sistema di allertamento in caso di emergenza meteo. La Giunta ha approvato oggi il "semaforo" giallo-arancione-rosso che sostituirà dal 15 ottobre i tradizionali "1" e "2", adeguando così la Regione alle indicazioni della Protezione Civile nazionale e soprattutto semplificando ai cittadini la comprensione dei vari livelli di pericolosità.

 

 

Attachments:
Download this file (Nuova Allerta Meteo.pdf)Allerta Meteo[Allerta Meteo, documento scaricabile]1911 kB
torna all'inizio del contenuto